28 Feb

Purtroppo il bullismo, che è la matrice da cui nasce l’odio è la violenza nei soggetti adulti, ha molteplici sfumature. Il nuovo rapporto di Save The Children è molto chiaro e allarmante: 3 ragazzi su 5 subiscono discriminazioni. L’omosessualità, l’appartenenza alla comunità rom, l’obesità o essere di colore sono i fattori per cui i ragazzi e le ragazze dichiarano di essere discriminati, secondo più dell’80% degli intervistati.

“La discriminazione esiste ed è pericolosa, fa male a tutti, a chi discrimina e a chi è discriminato. È terribile come ne siamo assuefatti, non la vediamo e se la vediamo, la giustifichiamo. Dobbiamo smettere di chiudere gli occhi, smettere di trovare scuse, di dirci che sono scherzi tra ragazzi, che c’è una giusta motivazione”. Lo scrivono i giovani di SottoSopra (il Movimento Giovani di Save the Children) nel manifesto della campagna UP-prezzami.

Personalmente credo che bisogna introdurre dalla prima elementare fino alle quinta superiore l’ora di Educazione Civica! Lo ripeto da anni. All’interno della quale fare anche educazione sentimentale e sessuale, oltre che imparare non solo a non fare azioni di bullismo, ma ad agire e denunciare azioni di bullismo delle quali siamo spettatori.

Ricordo la frase che ho scelto per i Calendari dei diritti civili del progetto “Bergamo in campo contro l’omofobia – stagione 2017/18”:

Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie, ma per quelli che osservano senza dire nulla. ALBERT EINSTEIN

 

Potete leggere il report di Save The Children a questo link http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2019/02/28/save-the-children-piu-di-3-ragazzi-su-5-sono-discriminati_08072e3e-6aca-445f-bbb8-375dc79a23cb.html

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.