02 Lug

Il 2 Luglio 1964 il Presidente degli Stati Uniti Johnson firma il Civil Rights Act, contro le discriminazioni basate sulla razza, sulla religione, sul sesso o sull’etnia nelle elezioni, nelle scuole, sul posto di lavoro e nelle strutture pubbliche.

Quando la legge divenne esecutiva produsse effetti di vasta portata ed ebbe un enorme impatto a lungo termine in tutto il Paese. Cruciali per il passaggio del Civil Rights Act non erano solo le manovre congressuali, ma anche la pressione dell’opinione pubblica, che era stata alimentata da una campagna guidata da Dr. Robert Hayling e da Martin Luther King a St. Augustine in Florida “la più antica città della nazione” nella primavera ed estate del 1964. I gravi incidenti a St. Augustine, tra cui l’arresto di Martin Luther King in un ristorante segregazionista, l’arresto di massa più grande della storia americana di rabbini, l’arresto della madre di 72 anni del governatore del Massachusetts,  gli interventi energici a St. Augustine Beach, molti pestaggi brutali e il versamento di acido nella piscina di un motel quando un gruppo di bianchi e neri stava nuotando, dimostrava al popolo americano la necessità di approvare la legge.

Immagine presa da Wikipedia

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.